Fontana Papacqua a Soriano

Per molti (troppi) anni il bellissimo palazzo Chigi-Albani di Soriano nel Cimino è rimasto chiuso e preda dell'incuria. 


In tempi recenti, per fortuna, è stato acquisito dal comune e parzialmente restaurato, in attesa che il restauro riguardi l'intera struttura. Gli interventi hanno riguardato, oltre a un'ala del palazzo che ora è destinata a mostre ed eventi, anche la famosa fontana detta Papacqua, scolpita direttamente nella parete rocciosa e risalente alla seconda metà del XVI secolo. 


Le figure che la compongono hanno un evidente significato allegorico relativo al concetto di acqua come fonte del bene o del male. Il gruppo centrale comprende una gigantesca faunessa che protegge tre bambini insediati da un satiro, ma nella fontana ci sono pastori, divinità come Pan, statue che rappresentano le stagioni e così via. 


Il tutto venne scolpito da Giovanni Bricciano da Fiesole su progetto dell'architetto Ottaviano Schiratti, secondo il gusto dell'epoca, un'iconografia che possiamo ritrovare nel vicino Parco dei Mostri di Bomarzo e anche in alcuni dei "giardini magici" scomparsi della Tuscia, ad esempio a Pitigliano. Una piccola nota: le foto che illustrano questo post le ho realizzate su pellicola, utilizzando una vecchia fotocamera a telemetro del 1972...

Commenti