Ritorno alla solfatara sul Marta

La Solfatara sul Marta, a Tuscania, è uno dei miei luoghi preferiti, in cui torno regolarmente. Mi piacciono l'atmosfera che vi si respira (non parlo della puzza di uova marce dovuta all'idrogeno solforato!), le rocce multicolori, il fiume che scorre allegro tra due file di alberi.


In questo periodo, poi, si aggiungono ovviamente anche i colori sgargianti dell'autunno, che da soli creano uno spettacolo notevole. Così, anche stavolta ho fatto un lungo giro e la Solfatara non mi ha deluso, regalandomi momenti di autentica emozione.



Ad ogni modo è il fiume a costituire il quid in più, ed è davvero un peccato che non sia limpido e pulito come dovette essere un tempo, nemmeno tanto tempo fa. Eppure basterebbe poco, perché comunque la situazione non è disastrosa...


Forse quella che manca è la buona volontà, quella che sarebbe necessaria anche per far finalmente funzionare la Riserva Naturale Provinciale Tuscania al cui interno si trova la Solfatara. Buona volontà... e un po' di soldi, ovviamente, senza i quali è impossibile fare qualsiasi cosa. Entrambi comunque, al momento latitano, anche perché non è ancora ben chiaro che fine faranno le provincie...


Commenti