La ferriera di Ferento



Parlare di Ferento,suggerisce l'idea che si intenda parlare di un sito archeologico romano e medievale, non certo di archeologia industriale! Eppure, non lontano dal teatro, simbolo dell'antica città, si trova il rudere davvero suggestivo di una ferriera, oramai quasi del tutto sommersa dalla vegetazione, ma che ancora mostra la sua imponenza, resistendo all'avanzare dell'abbandono. Nulla rimane dei macchinari, le coperture sono tutte crollate, e di fatto quel che resta visibile sono i muri perimetrali e le divisioni interne.


La parte meglio conservata è forse il sistema idraulico che alimentava l'impianto. Una possente diga sbarra il vicino torrente Vezza (che riceve le acque solforose del torrente Acquarossa), dando vita anche a un paio di belle cascate, e un tempo, grazie a delle chiuse, permetteva di inviare le acque su una sorta di gora, ancora ben conservata in alcuni tratti, sino alla ferriera. 
Non c'è dubbio che Ferento è sempre prodiga di sorprese!


Commenti