La via Clodia a Manziana

In realtà il titolo di questo post non è molto preciso: non della Clodia si tratta, ma di un suo diverticolo. Il tratto basolato che ancora è ben visibile, attraversava su un ponte (il ponte del diavolo) un piccolo ruscello (il fosso della Mola).


Del ponte è visibile ben poco, a causa della vegetazione infestante, che per fortuna copre in buona parte anche le puntellature realizzate per evitare il crollo del grandioso monumento (crollo che temo è solo rinviato, data la manutenzione del tutto assente...). La parte più evidente sono le sostruzioni, realizzate con grossi blocchi di tufo, e riforzate con pilastri rettangolari, che danno l'impressione di grande solidità. Ma, certo, i millenni passano...


Siamo nella zona della Selva di Manziana, uno dei boschi più belli del Lazio...

Commenti