La Paternale

Non intendo certo farvi un predicozzo, come il titolo lascerebbe pensare! Vorrei mostrarvi invece alcune immagini del fosso della Paternale, nel territorio di Ischia di Castro, per dimostrare una volta di più come siano i luoghi "minori" della Tuscia quelli in grado di regalare le maggiori sorprese. Fatta la tara dell'incredibile quantità di rifiuti (e detriti) portati dall'ultima piena (evidentemente la raccolta degli RSU ha molti problemi, nella nostra provincia!), la forra del fosso della Paternale è un piccolo gioiellino. Vi si incontra una grotta frequentata dall'uomo sin dall'età del Bronzo (attualmente in fase di scavo), un insediamento rupestre medievale e ovviamente molte testimonianze etrusche. Ma è soprattutto la natura a caratterizzare questo sito.


Il meglio di sé il limpido torrente lo dà quando si avvicina al Fiora, di cui è affluente. Infatti nella parte conclusiva del suo breve viaggio, incontra diversi salti di roccia, e qui le sue acque possono giocare, spumeggiando, dando vita anche a una piccola, graziosa cascata racchiusa in un anfiteatro roccioso: la cascata della Paternale, appunto...


Una caratteristica che questo torrente condivide con la Fiora, è la ricchezza di deposizioni calcaree (un fatto raro per la Tuscia) che danno vita a bellissimi travertini. La stessa cascata scorre su un letto di sinuoso travertino...


Commenti