Misteriosa galleria

Ieri mi trovavo sulla collina di Bisenzio (l'antica Bisentium), vicino a Capodimonte. Un luogo di grande interesse e suggestione, frequentato sin da epoche antichissime, e dove si trova uno dei più bei colombari (ma forse è un colombaio) del Lazio, con una magnifica vista sul lago di Bolsena. 



Girando nei pressi del colombario, ho trovato l'imboccatura di una galleria, di chiara fattura umana. Vi si può accedere stando in piedi (se non siete troppo alti!) e il fondo è ben livellato, ma lo scavo è piuttosto grezzo. Fatti circa 20-30 metri, la galleria si interrompe a causa di una frana. Singolare il fatto che all'interno ci sia una temperatura di molti gradi superiore all'esterno (faceva caldo, rispetto al gelido clima di ieri). Difficile stabilire quale fosse la funzione di una simile struttura. 


Gli etruschi (e poi anche  i Romani) realizzavano frequentemente gallerie di drenaggio per rendere vivibili e coltivabili i pianori, ma le loro realizzazioni erano molto più "precise" di questa. Gli ambienti rupestri nei pressi, d'altra parte, sono realizzati con grande cura. Dunque, a cosa serviva questa galleria?

Commenti