Sutri

Per chi percorre la via Cassia tra Roma e Viterbo, Sutri è una vera visione. Collocata su una rupe traforata da grotte, è la patria mitologica del paladino più famoso del mondo, Orlando. Berta, sorella di Carlo Magno, si innamorò di un uomo sgradito al re dei Franchi, del quale rimase incinta, e fu per questo scacciata dalla corte imperiale. Fuggita in Italia, ebbe le doglie proprio sotto Sutri, e diede alla luce Orlando in una delle grotte che a centinaia si aprono nelle rupi prossime al borgo (notare la somiglianza con la storia di Gesù narrata nei Vangeli...). Durante il suo viaggio in Italia per incontrare il papa, Carlo Magno ebbe modo di riappacificarsi con la sorella, e Orlando entrò a far parte dell'esercito dello zio, distinguendosi per ardimento e intelligenza. Questo spiega perché molti luoghi nei dintorni portino il suo nome, come ad esempio le Torri di Orlando (in realtà si tratta di due mausolei romani e del campanile di una chiesa diruta).


Naturalmente esiste, all'interno di Villa Savorelli (Parco Pubblico, liberamente accessibile), anche il cosiddetto Castello di Carlo Magno, in realtà una fortificazione molto più tarda (XV secolo). Ma i miti rifuggono dalla cronologia troppo precisa!


Sutri, al di là di Orlando, è poi famosa per i suoi monumenti archeologici, come l'Anfiteatro (romano ma realizzato da maestranze etrusche) e la Necropoli Monumentale, con 64 tombe di epoca romana scavate nel tufo....



Commenti