Marta

Marta è un piccolo paesino affacciato sul Lago di Bolsena e che con il lago ha un rapporto profondo, visto che una buona parte dei suoi abitanti (soprattutto quelli di una certa età) ancora esercita la professione di pescatore. Il lago non è più pescoso come un tempo, e certamente anche il mercato del pesce d'acqua dolce si è ridotto, ciononostante è sempre affascinante vedere le caratteristiche barche in secca nei pressi del porticciolo e osservare il paziente lavoro di rammendo delle nasse fatto dai pescatori (e parlo io che sono vegetariano!). La particolarità di Marta è che riunisce in sé le memorie di ben due borghi medievali. Il grazioso centro storico, con i suoi vicoli, le scalette, i passaggi voltati è ancora molto ben conservato (interessanti soprattutto alcuni portali decorati), e venne ampliato due secoli fa riutilizzando i materiali tolti ad un altro centro abitato della sponda meridionale del lago di Bolsena: Bisenzio. Una collina a picco sulle acque del lago, a poca distanza da Capodimonte, infatti, ospitava un antichissimo insediamento etrusco, poi romano, infine medievale. Sopravvissuto sino agli inizi del XIX secolo, Bisenzio (antica Bisentium) venne smantellata poco dopo l'abbandono degli ultimi abitanti appunto per costruire i nuovi palazzi di Marta. Così, sulla collina di Bisenzio oggi troviamo solo poche tracce dell'insediamento etrusco (grotte scavate nella roccia e un colombario) e praticamente quasi nulla di quello medievale. Marta invece, rimane ancora oggi uno dei centri più piacevoli e interessanti della Tuscia...


Commenti